Nell'ICT la credibilità è tutto. Ecco perché abbiamo dedicato gli ultimi 150 anni a costruirla.

Da sempre, Ascom mette in comunicazione le persone. Non è quindi un caso se l'azienda nasce proprio nel lontano 1862, quando Gustav Adolf Hasler acquisisce, in seguito alla privatizzazione, la Swiss Federal Telegraph Workshop, fondata un decennio prima allo scopo di collegare le varie città svizzere. L'azienda che ne scaturisce, Hasler & Escher (successivamente Hasler AG), si specializza in apparecchi telegrafici, telefonici, radio e di misurazione, guadagnandosi un'ottima reputazione a livello internazionale. Anche Lars Magnus Ericsson ha lavorato in gioventù per Hasler & Escher.

Hasler diventa uno dei principali fornitori delle Poste (PTT) e dell'esercito svizzero fornendo telefoni, radio, centralini e strumenti di misurazione. Hasler è un pioniere della tecnologia elettronica e, negli anni '60, l'azienda conta circa 6.000 dipendenti.

 

La fortuna di Hasler cresce e nel 1980 acquisisce la svedese Tateco. Fondata nel 1955 con il nome di Telekontroll, Tateco sale agli onori della cronaca per il sistema di monitoraggio operativo "teleCONTAL" e il sistema di cercapersone "teleCOURIER".

Nel 1987 Hasler procede alla fusione con le società di telecomunicazione svizzere Autophon e Zellweger, dando vita ad Ascom. La nuova entità è attiva in ogni campo, dagli apparecchi acustici alla biglietteria, e genera circa l'80% del fatturato nel mercato svizzero.

Focus sul settore sanitario

Gli anni '90 vedono Ascom dedicarsi sempre più alla comunicazione "mission-critical" wireless. Un'importante pietra miliare è rappresentata dall'acquisizione, nel 1996, di Ericsson Paging Systems, con la quale entra in Ascom anche una delle principali società olandesi di comunicazione del settore sanitario, NIRA. L'azienda può ora avviarsi con decisione verso il ruolo di vero partner globale, in grado di offrire soluzioni di comunicazione basate sulla tecnologia DECT ai clienti di tutto il mondo.

Nel 2011 Ascom acquisisce Miratel, leader per i sistemi di chiamata degli infermieri nel mercato finlandese. La mossa rafforza la posizione di Ascom Wireless Solutions nel mercato delle comunicazioni nel settore sanitario. Un anno dopo, Ascom acquisisce il ramo dedicato alla chiamata infermieri della nordamericana GE. L'enfasi sul settore sanitario viene sottolineata nuovamente nel 2015 con il lancio di Ascom Myco, uno smartphone appositamente creato per essere utilizzato da infermieri e altri professionisti del settore sanitario.

Un importante sviluppo strategico è rappresentato, nel gennaio 2015, dall'annuncio che il Gruppo Ascom intende diventare un'azienda leader nell'ICT con un forte focus sul settore sanitario. Nel dicembre 2015, Ascom annuncia l'acquisizione di United Medical Software (UMS), specialista in software per apparecchiature mediche e soluzioni integrate per i referti medici digitali e la terapia intensiva. Nel 2016 il Consiglio di Amministrazione decide di modificare l'assetto basato su divisioni di Ascom per trasformarla in un'organizzazione integrata con focus strategico sulle soluzioni ICT in ambito sanitario e sui flussi di lavoro in mobilità.


 

1862

  • I primi passi...

    Gustav Adolf Hasler acquisisce la Swiss Federal Telegraph Workshop e costituisce Hasler & Escher, che diventerà poi Hasler AG.

1922

  • Fondazione di Autophon

    Autophon, che successivamente entrerà a far parte di Ascom, viene fondata a Soletta, in Svizzera. Autophon diventa un importante fornitore di telefoni e PBX.


1957

  • Fondazione di Tateco

    Sven Eriksson acquisisce il controllo di Telekontroll. L'azienda viene trasferita a Göteborg, in Svezia, nel 1962. Nel 1977 l'azienda assume la denominazione di Tateco e nel 1980 viene acquisita da Hasler AG.

     

1987

  • Nasce Ascom

    Le tre aziende svizzere Hasler, Autophon e Zellweger si fondono per dar vita ad Ascom,  che diventa così una delle più grandi aziende di telecomunicazioni d'Europa. Tuttavia, a causa della liberalizzazione e della globalizzazione del mercato delle telecomunicazioni, Ascom è costretta a restringere il campo d'azione delle proprie attività. A partire dal 2003, Ascom si concentra soprattutto sulle soluzioni wireless e di sicurezza. Dopo l'acquisizione di TEMS, nel 2009, si forma una terza divisione dedicata al "network testing".

1996

  • Ericsson Paging Systems e Nira

    Ascom acquisisce Ericsson Paging Systems. Nell'ambito dell'accordo, NIRA, la società olandese di comunicazioni per il settore sanitario, viene ceduta ad Ascom.

2000

  • Ascom in Nord America

    Ascom entra nell'enorme e altamente competitivo mercato nordamericano acquisendo il ramo Personal Wireless Telephony di Ericsson.


2011/2012

  • Rafforzamento del segmento dei sistemi di chiamata infermieri

    Nel 2011 Ascom acquisisce Miratel, una società finlandese specializzata nei sistemi di chiamata infermieri, e nel 2012 rileva il business dedicato ai sistemi di chiamata infermieri di GE.

2015

  • Lancio di Ascom Myco

    L'azienda lancia lo smartphone Ascom Myco, un dispositivo Android appositamente progettato per gli utenti del settore sanitario.

     

2015

  • La strategia Ascom 2020

    Il Gruppo Ascom annuncia la strategia "Ascom 2020", che definisce i piani per estendere le attività ITC a livello globale, incentrandosi principalmente sul settore sanitario.

     

2015

  • Ascom acquisisce l'italiana UMS, a sottolineare ulteriormente il focus sul settore sanitario

     

    Ulteriori informazioni sull'offerta UMS e Ascom Digistat.

2016

  • Attenzione incentrata sull'ICT in ambito sanitario e sui flussi di lavoro in mobilità

    Il Consiglio di Amministrazione decide di modificare l'assetto basato su divisioni di Ascom per trasformarla in un'organizzazione integrata con focus strategico sulle soluzioni ICT in ambito sanitario e sui flussi di lavoro in mobilità.